18.06.17 Giovanni Battista Caccia detto il Caccetta

 caccetta monferrini presentazione libro locandina

Omicidi, furti, stupri, vendette, falsificazione di monete, uxoricidio, sedizione: quante accuse per Giovanni Battista Caccia, detto il Caccetta, nobile vissuto nella Novara di fine Cinquecento.

Muovendosi fra le carte processuali ed i documenti degli archivi vengono ricostruite le vicende del “don Rodrigo della bassa Valsesia”, come fu definito, che dall’avito castello di Vaprio si spostò nella prestigiosa rocca di Briona dando il via ad una girandola di delitti che lo portarono al patibolSfilano i testimoni delle sue malefatte, dai nobili ai popolani, dai massari ai poveri suonatori, dai sacerdoti ai “bravi”: raccontano episodi di vita vissuta, qualcuno accusa, qualcuno difende, taluni ricordano con precisione, mentre altri fanno congetture, chi si presenta al giudice di sua volontà, che invece viene torturato per estorcergli la confessione.

Lui continua a dichiararsi innocente, si preoccupa del suo onore, del nome del suo casato: un po’ vittima un po’ carnefice, certamente «homo vivace, risentito, altiero, et de grandi pensieri».

L'autore, Sergio Monferrini

Conservatore dell’archivio della famiglia Dal Pozzo d’Annone, presidente dell’associazione Scrinium – Amici dell’Archivio di Stato di Novara. Si occupa da molti anni di storia novarese e lombarda, in particolare fra Cinque e Settecento e soprattutto in riferimento agli aspetti della committenza artistica delle famiglie nobiliari. In questo senso ha intrapreso proficue collaborazioni con gli storici dell’arte.

Ha partecipato e partecipa in qualità di relatore a varie conferenze, convegni e seminari: sul compositore Alessandro Scarlatti a Napoli, sull’architetto Carlo Fontana a Roma, sul pittore Giovanni Andrea Carlone a Perugia, sull’incisore Cesare Agostino Bonacina a Torino, sul Settecento lombardo a Milano, nuovamente su Carlo Fontana a Boston nel 2016. Nel 2018 sarà a New Orleans per una relazione sulle strategie politiche dei Borromeo nella Milano del Seicento.

Ha pubblicato diversi volumi e saggi. L’ultimo uscito, con Anna Elena Galli, tratta di una villa di delizia costruita ad Azzate (Va) nel Settecento dal novarese Gerolamo Tettoni; ha in preparazione un libro su Carlo IV Borromeo Arese viceré di Napoli.

Per approfondimenti sull’attività clicca  QUI