I Fondatori

Una delle più recenti sezioni del museo è dedicata ai fondatori del museo:

MARIA ADRIANA PROLO (1908-1991): collezionista e studiosa di storia del cinema muto, nata a Romagnano Sesia il 20 maggio 1908 e morta il 20 febbraio 1991. La sua attività di creatrice e di direttrice del Museo nazionale del cinema di Torino, la proietta nel mondo internazionale della Fédération International des Archives du Film, la FIAF, in cui opera lungamente come una delle personalità più autorevoli. La Prolo può essere legittimamente considerata come una delle prime persone (con Einar Lauritzen e Henri Langlois) ad avere avuto l'idea di costituire non solo cineteche, per conservare i film, ma anche musei del cinema, per raccogliere un patrimonio legato al cinema in tutte le sue manifestazioni. 

CARLO DIONISOTTI (1908-1998): critico letterario, italianista e filologo di grande autorevolezza si è dedicato principalmente allo studio del Quattrocento e del Cinquecento indagando, con sicuro metodo, la storia della letteratura e della filologia italiana. Insegna alle scuole secondarie (dal 1932 al 1946) e all’università (prima lettore d’italiano ad Oxford e poi professore all’Università di Londra); collabora alla scrittura dell’enciclopedia Treccani e di altri volumi di filologia italiana, ancora oggi molto utili agli studiosi della lingua italiana.

FERNANDA RENOLFI (1925-2002): insegnante elementare, fin dai primi anni del suo insegnamento si è sempre dimostrata una docente aggiornata e moderna con le sue tante proposte di esperienze nuove e l'uso di metodi didattici innovativi e coinvolgenti per i suoi allievi, con richiami al mondo della fantasia, della storia e delle tradizioni popolari. 

prolodionisferna